Ho un approccio psicoterapeutico flessibile e aperto. Psicologia per me significa essere d’aiuto e ascoltare le esigenze del paziente, i suoi vissuti e le sue sofferenze per tener conto del suo punto di vista. Ritengo che ogni persona sia unica e speciale e vada quindi preservata; la conseguenza è che non nutro alcuna ambizione a voler cambiare o trasformare le persone, ma, semplicemente, tendo ad agevolare ed aiutare coloro che lo richiedono ad occuparsi di sé.


Tenendo conto dei vissuti e dei disagi psicologici del paziente, si elabora insieme un percorso psicoterapeutico di cura e di conoscenza delle problematiche personali. Fondamentale è sempre la chiarezza e la raggiungibilità degli obiettivi.


Ultimi articoli di Psicologia, Psicoterapia e Psicoanalisi

Ansia e disturbi personalità Milano Psicologo Psicoterapeuta

Disturbi della personalità a base ansiosa

Disturbi della personalità a base ansiosa

I disturbi di personalità riconosciuti dal DSM (manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali) sono dodici e sono raggruppati in tre categorie diagnostiche denominate come gruppo A (odd-centric cluster); gruppo B (dramatic cluster) e gruppo C (anxious cluster).
Prendiamo in esame l’ultimo cluster che, come tratto comune ai diversi disturbi che vi appartengono, rileva un’elevata Leggi tutto

Le cause del disturbo Borderline

Le cause del disturbo Borderline

Borderline” è un termine di origine inglese traducibile letteralmente con i sostantivi “confine” e “limite”. In psichiatria e psicologia, tale concetto è emerso nel momento in cui i clinici osservavano pazienti con un disagio psichico decisamente rilevante, ma non tale da essere inquadrato come schizofrenia. Attualmente, il termine “borderline” indica una struttura di personalità fortemente sofferente, ma sicuramente non esposta a scompensi psicotici permanenti.
Leggi tutto

La separazione: come dirlo ai propri figli

La separazione: come dirlo ai propri figli

Come annunciare ai figli la scelta di separarsi?

Bisogna tener conto dell’età dei figli. I più grandi, ovvero coloro che sono maggiori di sette anni, sono pronti per dialogare, chiedere e ricevere chiarimenti. Ai più piccoli bisogna fornire spiegazioni maggiormente semplificate, hanno difficoltà a capire il motivo per cui non si può più vivere tutti insieme nella stessa casa e hanno maggiore comprensione nel momento in cui Leggi tutto